I guardoni sulla piazzola dell Autostrada

Condividi se ti è piaciuto 🙂

carsex

Siamo di ritorno da un viaggio in auto, abbiamo bisogno di sgranchire un po’ le gambe…dinanzi a noi una piazzola di sosta. Finalmente ci fermiamo e scendiamo ad ammirare il panorama. Lui alle mie spalle, mi abbraccia e in silenzio fissiamo l’orizzonte che si apre dinanzi ai nostri occhi.
“Ricordi la nostra ultima vacanza?” gli chiedo.
“Certo…ricordo molto bene!”
“E ricordi l’alba dal terrazzo del nostro albergo?”
“Certo che lo ricordo”
” E ricordi…?” Lascio in sospeso la domanda quasi per non rovinare quel momento così dolce.
E Lui: “Cosa? Quando facemmo l’amore sulla terrazza?” Mi chiede sussurrando all’orecchio. Annuisco e lui: “come potrei dimenticarlo!

È stata un’esperienza molto eccitante e credo lo sia stata anche per le persone che guardavano, non credi?”
Il solo ricordo e il contatto fisico fanno vibrare i nostri corpi. Lui mi solleva e mi siede su un muretto che separa la piazzola dal paesaggio sotto di noi, mi bacia e mi accarezza le gambe. Mi accorgo che non siamo soli, ci sono altre due macchine con due uomini. Mordendogli un orecchio gli sussurro che anche questa volta, come allora, c’è qualcuno…e lo bacio in maniera lasciva.  Mi prende in braccio e mi poggia sul cofano della nostra auto.

Mi tiene le braccia sollevate sul vetro, mi bacia, scende verso il collo e si sofferma nello scollo del mio vestitino mentre con il suo bacino si strofina contro il mio. Lo sento che a momenti esplode nei pantaloni, così come sento la mia brasiliana fradicia. La situazione è così coinvolgente! Lo desidero da impazzire!!! Mi scosta l’intimo, mi infila due dita dentro e subito le porta alla bocca e ci baciamo leccando le dita intrise dei miei umori. Sto impazzendo! Lo vogliono!!! Si sbottona i pantaloni…riesco a vedere i suoi boxer bagnati e gonfi, ma riesco a vedere anche i due uomini avvicinarsi. Gli chiedo così di entrare in auto e chiudo la sicura.

Lo spoglio ed eccolo lì che svetta turgido e invitante…wow! Mi infilo in dito in bocca e bagnato della mia saliva glielo passo intorno alla cappella, scendo tutta l’asta e arrivo ai testicoli. Ora non è più solo un dito…è la mia mano che li stringe mentre con la bocca lo scopo. I due uomini sono lì. Mentre lo succhio avidamente fisso negli occhi l’uomo che si è avvicinato al finestrino lato guida mentre l’altro sta guardando dal lato passeggero.

Mi metto allora alla pecorina e mentre continuo a leccarlo e a scoparlo con la bocca guardando l’uno, offro la visuale del mio sedere all’altro. Lui mi strappa letteralmente la brasiliana e mi tocca la figa ormai un lago. “Smettila! Non vorrai mica che venga di già!” mi dice mentre mi fa sedere e sposta il sediolino tutto indietro. Ora è con la sua testa tra le mie gambe…sento la sua lingua muoversi con maestria, scostando labbra e clitoride me le succhia…le morde…mmm…poi affonda la lingua appuntita nella figa per penetrarmi fin dove riesce.

Gli occhi dei due uomini sono puntati su di me..essere osservata da due estranei mi fa fremere…voglio farli impazzire! Affondo la mano tra i suoi capelli e gli spingo la testa ancora di più verso la mia figa vogliosa mentre li fisso languida…apro le cosce di più e scosto il vestitino per farmi vedere meglio…mi lecco le dita mimando un pompino. I due guardoni ormai ce l’hanno in mano e si segano in maniera vigorosa. Lo supplico di scoparmi ora lo voglio dentro! Le gambe aperte…i piedi sul parabrezza…lui si solleva e prima di penetrarmi lascia che quei due mi guardino la figa spalancata mentre ci gioco con le dita.

Finalmente punta la cappella verso l’entrata e wow mi entra in un solo colpo! Che goduria!!! Mi basta qualche colpo  deciso con il suono dei testicoli che sbattono sul sedere che vengo urlando come una forsennata. Mi ricordo dei due guardoni e li trovo ancora a smanettare. Lo faccio sedere accanto a me e mentre con una mano lo sego, con l’altra inizio a fare tutte le porcheria immaginabili…mi lecco le dita, mi accarezzo, me le infilo nella figa sempre più bagnata.

Di colpo uno dei due con un getto improvviso schizza verso il mio viso impiastrando tutto il vetro. Ora è il momento di fare godere anche l’altro…ma soprattutto il mio Uomo! Mi siedo  allora sul suo cazzone palpitante e scopiamo come i matti…la macchina balla il nostro ritmo…ogni colpo mi sconquassa…alle sue spinte aggiungo le mie mani che strapazzano il clitoride.

Ora il secondo uomo urla di piacere e viene copiosamente.

Senza neanche accorgermene mi trovo a leccarmi le labbra quasi mi aspettassi di ricevere quel fiotto sulla faccia. “Sei una troia” mi urla il mio uomo…i suoi colpi sono più forti..quasi insostenibili…lo sento sbattermi come non mai!!! Poi un improvviso calore…i movimenti si fanno più lenti…continuano per un bel po’ ma si fanno meno profondi.  Restiamo così finché non riprendiamo fiato mentre i due vanno via….

Comment su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *